Il sito per spedire low cost in Italia, in Europa e nel Mondo.

Italia
isole comprese
pacchi da € 9,50
documenti da € 9,50
Spedizioni in Italia
Europa
CEE
pacchi da € 14,50
documenti da € 14,50
Spedizioni in tutta Europa
Tutto il mondo
documenti da € 19,90
pacchi da € 25,90
Spedizioni in tutto il mondo
Tracking spedizione

Condizioni di contratto

  1. PREMESSA
  2. Le presenti condizioni generali si applicano a tutte le spedizioni affidate dal cliente (di seguito denominato anche "Mandante") alla società Orient Roma S.r.l. con sede legale in Roma - Via Umberto Biancamano 5/a - 00185 (RM), Codice Fiscale e Partita iva 07221801009 (di seguito "Spedizioniere" o "Noi") tramite il sito www.MondoSpedizioni.com (d'ora in poi "sito"). L'utilizzo del sito comporta la piena ed espressa accettazione di tutte le presenti condizioni generali di contratto, nessuna esclusa.

  3. DEFINIZIONI
  4. Le seguenti definizioni si applicano alle presenti condizioni generali di contratto e ai singoli contratti conclusi con la Orient Roma S.r.l.; esse devono intendersi vincolanti per le parti a tutti gli effetti di legge.
    1. "spedizioniere": è la Orient Roma S.r.l., con sede legale in Roma - Via Umberto Biancamano 5/a - 00185 (RM), Codice Fiscale e Partita iva 07221801009, nella sua qualità di parte del contratto di spedizione;
    2. "committente" o "mandante": è il cliente, ossia il soggetto che richiede i servizi di spedizione alla Orient Roma S.r.l.;
    3. "destinatario" è il luogo di consegna;
    4. "Sito": è l'insieme di dati informazioni e servizi disponibili su internet all'indirizzo www.MondoSpedizioni.com; il sito è di esclusiva proprietà della Orient Roma S.r.l. che può liberamente modificarne i contenuti senza obbligo di preavviso;
    5. "Contratto di spedizione" (o "contratto"): è il contratto concluso tra la Orient Roma S.r.l. e il cliente; esso ha per oggetto i "servizi di spedizione" che la Orient Roma S.r.l. presta a favore del cliente;
    6. "Servizi di spedizione": sono l'oggetto esclusivo del contratto di spedizione; essi consistono in tutte le attività che lo spedizioniere svolge nell'interesse del cliente e su ordine di questo, in conformità con il contratto e le condizioni generali di contratto;
    7. "Condizioni generali di contratto" (o "Condizioni generali"): l'insieme delle disposizioni che - salvo deroga espressa - si applicano a tutti i contratti di spedizione conclusi tra il cliente e lo spedizioniere Orient Roma S.r.l., anche se non espressamente riportate sui documenti relativi alle singole operazioni contrattuali;
    8. "ordine": l'atto con il quale il cliente comunica la propria volontà di concludere il contratto di spedizione con la Orient Roma S.r.l.; l'ordine ha valore di proposta contrattuale irrevocabile ai sensi e per gli effetti dell' art. 1329 del codice civile. La comunicazione dell'ordine può avvenire in via telematica o con altra formalità ammessa dalla legge;
    9. "sosta tecnica": la sosta della merce in un'area di stoccaggio, o in un deposito o terminal o in un'altra area di ricovero, per esigenze connesse alla esecuzione o alla prosecuzione del trasporto, o comunque legate alla necessità di custodire la merce nel corso del trasporto o in attesa che si proceda alla consegna al vettore o al destinatario;
    10. "vettore": il soggetto (persona fisica o giuridica) con il quale lo spedizioniere, nell'interesse del committente, conclude un contratto per il trasporto e/o la consegna e/o il ritiro delle merci oggetto della spedizione; il vettore può essere un soggetto terzo all'organizzazione dello spedizioniere.

  5. OGGETTO DEL CONTRATTO DI SPEDIZIONE
  6. Ai sensi dell'art. 1737 del codice civile, con il contratto di spedizione il cliente conferisce allo spedizioniere l'incarico (mandato) di concludere per conto del cliente stesso, un contratto di trasporto e di compiere tutte le operazioni accessorie necessarie. In particolare la Orient Roma S.r.l., dopo aver ricevuto l'ordine dal committente, ha facoltà di concludere per conto del committente stesso un contratto (o più contratti) di trasporto per il ritiro e/o consegna dei beni oggetto della spedizione e può compiere per conto del cliente tutte le operazioni necessarie all'espletamento del servizio, in Italia e nel mondo. ll committente, sia che agisca per proprio conto sia che agisca per conto di terzi, accetta espressamente che siano regolati dalle presenti Condizioni generali: (i) tutti i rapporti contrattuali con lo spedizioniere, ivi comprese le condizioni di ritiro, consegna, logistica, assistenza e reclami; (ii) tutti gli aspetti di natura precontrattuale ed extracontrattuale di cui il contratto o le presenti condizioni generali siano causa o occasione (a titolo di mero esempio, i danni subiti da terzi in occasione o a causa della spedizione del trasporto). Il cliente prende atto che il servizio (di spedizione, di trasporto, di consegna, di ritiro) potrà essere effettuato in tutto o in parte da soggetti terzi incaricati dallo Spedizioniere, nei termini e alle condizioni che quest'ultimo riterrà opportune, a proprio insindacabile giudizio. Lo spedizioniere sceglie il soggetto (persona fisica o giuridica) che eseguirà il trasporto per conto del cliente. Con l'ordine o l'accettazione del contratto, il cliente autorizza lo spedizioniere a eseguire direttamente il trasporto del bene, agendo come vettore.
  7. CONCLUSIONE DEL CONTRATTO
  8. L'ordine compilato dal committente in tutte le sue parti e inviato attraverso il sito web, costituisce proposta del contratto di spedizione, che lo spedizioniere è libero di accettare o rifiutare a suo insindacabile giudizio. La Orient Roma S.r.l. si riserva si riserva la facoltà di accettare o rifiutare la richiesta e di dare via alla lavorazione entro i successivi tre giorni lavorativi. Entro tale lasso di tempo, Orient Roma S.r.l. provvederà a comunicare al committente l'esito della richiesta, ossia se la stessa sia stata presa in carico oppure rifiutata. In caso di rifiuto, l'importo pagato sarà restituito al Mandante entro dieci giorni dall'ordine rifiutato, senza alcun costo aggiuntivo per Orient Roma S.r.l. Il contratto di spedizione si intende concluso quando lo spedizioniere accetta l'ordine del cliente, debitamente compitato in tutte le sue parti, attraverso il sito web www.MondoSpedizioni.com. Pertanto il contratto è concluso e vincolante per le parti anche se nessuna delle parti stesse abbia sottoscritto il documento di trasporto o la lettera di vettura o qualsivoglia altro documento cartaceo. E' facoltà dello spedizioniere modificare in ogni momento, senza necessità di preavviso, il contenuto e le condizioni dell'ordine da inviare via web nonché le modalità tecniche dell'invio dell'ordine stesso. In deroga all'art. 1738 del codice civile, l'ordine di spedizione costituisce proposta irrevocabile ai sensi dell'art. 1329 del codice civile; pertanto, ove l'ordine sia stato regolarmente ricevuto dallo spedizioniere, non può più essere revocato dal mittente. Per qualunque controversia comunque riguardante l'invio o l'accettazione o la revoca dell'ordine ovvero il contenuto dei documenti pubblicati sul Sito, le parti accettano espressamente, senza riserva alcuna, che facciano piena prova i contenuti e i riferimenti temporali memorizzati o nei "Log" del fornitore di servizi internet scelto dallo spedizioniere ovvero nei file di back-up creati dallo spedizioniere stesso e recanti data e ora completa della creazione.
  9. MODIFICA DELL'ORDINE E ANNULLAMENTO DEI SERVIZI
  10. Eventuali modifiche all'ordine da parte del committente sono da intendersi come nuovo ordine e comportano tutti gli addebiti a esso connessi. Lo spedizioniere si riserva il diritto di procedere all'annullamento di uno o più servizi a causa di impedimenti di carattere tecnico-operativo o commerciali. In tal caso il cliente ha diritto al solo rimborso di quanto effettivamente pagato, al netto delle spese comunque sostenute e non recuperate dallo spedizioniere. In caso di annullamento di uno o più servizi da parte dello spedizioniere, quest'ultimo non assume alcuna responsabilità né contrattuale né extracontrattuale e la restituzione delle spese - di cui al precedente capoverso - espressamente limita ed esaurisce quanto dovuto dallo spedizioniere al committente. Se la facoltà di annullamento dell'ordine per il ritardo dello spedizioniere non è esercitata dal committente, nulla è dovuto al committente per eventuali ritardi nella gestione della spedizione, in fase di ritiro e consegna. Qualsiasi tipo di rimborso per annullamento dell'ordine di spedizione è disposto dallo Spedizioniere entro 60 (sessanta) giorni dalla richiesta del committente.
  11. ACCETTAZIONE DEI TERMINI E DELLE CONDIZIONI
  12. Con la conclusione del contratto (secondo le modalità indicate al § 4) il committente accetta espressamente tutti i termini e le condizioni generali di contratto, quali sono riportate sul Sito al momento dell'ordine stesso ovvero sulle lettere di vettura e/o nel contratto di trasporto e/o nel contratto per l'espletamento di servizi diversi. Con la conclusione del contratto (secondo le modalità indicate al § 4) tutte le suddette condizioni generali e particolari (cioè contenute nelle lettere di vettura e/o nel contratto di trasporto e/o nel contratto per l'espletamento di servizi diversi):
    1. sono vincolanti sia per la persona indicata come committente nell'ordine di spedizione, sia per qualsiasi altra persona che abbia un interesse nella spedizione o per l'espletamento di servizi diversi.
    2. possono essere fatte valere contro il committente anche dai soggetti del cui ausilio lo spedizioniere si avvale o ai quali lo spedizioniere affida il servizio per la raccolta, il trasporto o la consegna della vostra spedizione o per l'espletamento di servizi diversi
  13. DICHIARAZIONI E GARANZIE DEL COMMITTENTE
  14. Il committente garantisce e dichiara che:
    1. i dati della spedizione sono stati correttamente inseriti al momento dell'ordine effettuato sul nostro sito e correttamente riportati sulla lettera di vettura o sul documento di trasporto;
    2. l'indirizzo completo del destinatario (nome, cognome, indicazione del nominativo sul citofono, indirizzo, C.A.P., città, stato e, ove necessario, perché richiesto dal paese di destinazione, recapito telefonico, nazione, regione e, sempre ove richiesto, contea) che dovrà essere scritto a mano in stampatello, comprensivo di tracking number, che sarà fornito dalla società in via telematica;
    3. Il mittente si impegna a stampare e ad apporre la lettera di vettura sul plico o d) il contenuto della spedizione è stato predisposto, imballato e comunque preparato in vista del trasporto in maniera sicura e accurata, in modo da essere protetto contro i rischi ordinari di trasporto, ivi inclusi quelli relativi ai processi di smistamento;
    4. nel caso di pacchi di peso superiore ai 25 kg, è stato apposto sulla superficie esterna della spedizione in maniera sicura e ben visibile un'etichetta riportante la dicitura "carico pesante" (clicca qui per scaricarla);
    5. il contenuto della spedizione non è tra quelli soggetti a restrizioni IATA o ICAO e non si tratta di articoli proibiti (vedi successivo punto 8);
    6. sono state rispettate tutte le leggi e le normative applicabili, oltre alle previsioni del presente contratto.
    Il committente - senza alcuna facoltà di eccezione - si impegna a risarcire, tenere indenne ed esonerare la Orient Roma S.r.l. da ogni responsabilità, costo, danno o spesa - inclusi i costi legali - nei quali lo spedizioniere stesso e/o i soggetti della cui opera esso si avvale (anche per il trasporto) possano incorrere per effetto o conseguenza: - della violazione di qualsiasi delle presenti garanzie, obbligazioni, assicurazioni, - della non veridicità delle indicazioni fornite dal committente e/o dell'errata e/o della non veritiera compilazione dei dati nel nostro sito, o nei documenti di trasporto accompagnatori della merce. Il committente è tenuto a quanto sopra anche se lo spedizioniere accetti inavvertitamente una spedizione che sia in contrasto con le suddette obbligazioni. Il committente è tenuto, inoltre, a rimborsare le maggiori spese, sanzioni e/o danni derivati alla nostra società nell'esecuzione del trasporto per errata e/o incompleta e/o non veritiera indicazione delle condizioni del trasporto stesso.
  15. MERCI PERICOLOSE O NON SPEDIBILI
  16. Non è possibile spedire:
    1. cose che possano essere ritenute genericamente pericolose, ovvero possano recare qualsivoglia pregiudizio a persone, animali o cose;
    2. cose deteriorabili o deteriorate o comunque soggette a deterioramento
    3. cose prive di imballo, o munite di imballo insufficiente o inadeguato
    4. cose specificate nella regolamentazione dell'International Air Transport Association (IATA), nelle istruzioni tecniche dell'International Civil Aviation Organization (ICAO), nel codice dell'International Maritime Dangerous Goods (IMGD), nell'Accordo Europeo concernente il trasporto Internazionale di merce pericolosa su strada (ADR), o in tutte le altre normative nazionali ed internazionali applicabili al trasporto di merci pericolose (ADR) o alle eventuali normative applicabili al trasporto di merci pericolose,
    5. anche al di fuori delle previsioni delle convenzioni di cui al precedente punto
    6. cose che siano comunque ritenute pericolose ovvero non suscettibili di sicuro trasporto;
    7. cose per le quali vi sia il sospetto, anche generico, di costituire prodotto, profitto, mezzo o oggetto di reato;
    8. cose per le quali vi sia il sospetto, anche generico, di costituire strumento di finanziamento, ausilio, supporto, propaganda o proselitismo a favore di attività terroristiche o di criminalità di stampo mafioso.
    9. Alcolici e superalcolici (se non dopo accettazione scritta del nostro servizio clienti)
    10. Titoli e certificati negoziabili
    11. Valuta (soldi, monete, carte di credito, traveler's cheques)
    12. Carte valori
    13. Buoni pasto
    14. Buoni carburante
    15. Altri valori non negoziabili
    16. Materiale reputabile pornografico o scabroso;
    17. Materiali pericolosi;
    18. Animali vivi o morti
    19. Animali e/o piante (o parti di esse) minacciate di estinzione
    20. Piante e fiori
    21. Armi da fuoco ed armi bianche
    22. Pellami (se non dopo accettazione scritta del nostro servizio clienti)
    23. Materiale d'armamento anche disinnescato
    24. Rifiuti
    25. Sostanze stupefacenti
    26. Sostanze psicotrope
    27. Prodotti alimentari deperibili, cioè che si deteriorano prima di 30 giorni se non tenuti all'adeguata temperatura (se non dopo un accordo specifico scritto con il nostro servizio clienti)
    28. Farmaci, cosmetici, prodotti per il corpo, integratori alimentari, medicine omeopatiche (se non dopo accordo specifico scritto del nostro servizio clienti)
    29. Sigarette e tabacco di qualsiasi tipo
    30. Offerte di partecipazione a gare pubbliche o private
    31. Metalli e pietre preziose (se non dopo accettazione scritta del nostro servizio clienti)
    32. Pietre preziose (se non dopo accettazione scritta del nostro servizio clienti)
    33. Plastici
    34. Merci soggette ad accise doganali
    35. Tessuti biologici, sangue, urine o pezzi anatomici
    36. Batterie (se non dopo accettazione scritta del nostro servizio clienti)

    I seguenti articoli sono spedibili solo sotto la responsabilità del cliente o del mittente:
    1. Schermi al plasma, Lcd, Led, Oled (o similari) e apparecchiature di cui ne sono componenti
    2. Oggetti d'arte e oggetti d'antiquariato
    3. Oggetti fragili (per esempio: vetro, ceramica, porcellana, etc)

    Le suddette liste degli oggetti non accettati sono soggette a variazioni in qualsiasi momento; pertanto si raccomanda di verificare di volta in volta se l'oggetto da spedire sia o meno incluso tra quelli pericolosi o che non possono essere accettati. Le disposizioni differiscono da Stato a Stato e, pertanto, in caso di incertezze vi invitiamo a contattare il support center inviando una email a info@mondospedizioni.com. Qualora lo Spedizioniere accetti il mandato sulla base di dichiarazioni parziali, errate o false circa la natura e/o il valore delle merci, lo Spedizioniere ha il diritto di risolvere il contratto, ovvero, qualora le circostanze lo richiedano, di rifiutare, depositare o comunque disporre delle merci, o anche, in caso di pericolo, di procedere alla loro distruzione. In tali casi il committente è tenuto a rispondere per tutte le conseguenze dannose e per le spese che possano derivarne a vario titolo.
  17. DIRITTO DI ISPEZIONE
  18. Accettando il presente contratto il committente autorizza lo spedizioniere, tutti i terzi trasportatori e tutte le autorità governative, incluse quelle doganali, a effettuare qualsiasi controllo di sicurezza si rendesse necessario su tutta la merce che sarà trasportata e a ispezionare il contenuto della spedizione in ogni momento e senza alcun preavviso.
  19. SVOLGIMENTO DELLE OPERAZIONI DOGANALI
  20. Con l'accettazione del presente contratto il committente incarica lo spedizioniere di gestire tutte le operazioni doganali necessarie alle esportazioni/importazioni della spedizione, anche per interposta persona o sub agente. Lo spedizioniere non è in alcun modo responsabile di eventuali ritardi, danni o perdite dovuti all'intervento del personale di dogana o di altre autorità governative.

    Il committente garantisce che la documentazione che accompagna la merce è autentica, completa e priva di irregolarità e che la merce corrisponde rigorosamente alla tipologia descritta, è conforme alle normative vigenti, è di libera esportazione / importazione ed è in regola con la marcatura.
    Lo spedizioniere non è in alcun caso responsabile della veridicità e della completezza della documentazione necessaria a fini doganali, tributari ovvero comunque necessaria per l'adempimento di obblighi imposti da legislazioni nazionali, straniere o sovrannazionali.
    Il committente assume la piena ed esclusiva responsabilità civile, penale e amministrativa derivante da eventuali dichiarazioni mendaci e fraudolente.

    Qualora le autorità doganali dovessero richiedere documentazione integrativa, la stessa sarà e/o dovrà essere prodotta a cura del committente e a sue esclusive spese. Lo spedizioniere è sollevato da qualsivoglia responsabilità al riguardo, anche per il ritardo.

    Il committente - senza alcuna facoltà di eccezione - si impegna a risarcire, tenere indenne ed esonerare la Orient Roma S.r.l. da ogni responsabilità, costo, danno o spesa - inclusi i costi legali - nei quali lo spedizioniere stesso e/o i soggetti della cui opera esso si avvale (anche per il trasporto) possano incorrere per effetto o conseguenza della non veridicità delle indicazioni e/o dell'errata e/o della non veritiera compilazione dei dati nel nostro sito, o nei documenti di trasporto accompagnatori della merce.
    Il Mandante è tenuto, inoltre, a rimborsare alla Orient Roma S.r.l. - senza alcuna facoltà di eccezione - tutte le maggiori spese, sanzioni e/o danni derivati alla allo spedizioniere stesso e/o ai soggetti della cui opera esso si avvale (anche per il trasporto) nell'esecuzione del trasporto per errata e/o incompleta e/o non veritiera indicazione delle condizioni del trasporto stesso.

    Il committente si impegna a corrispondere immediatamente alla Orient Roma S.r.l. - senza alcuna facoltà di eccezione - le somme per il pagamento di spese, diritti o tasse comunque denominate eventualmente applicate alla spedizione dalle autorità doganali o fiscali o da altre autorità governative in aggiunta a quanto inizialmente previsto ovvero a causa dell'incompletezza o non veridicità della dovuta documentazione.
    Nel caso di spedizioni di opere d'arte (dipinti, statue, etc) al di fuori dell'Unione Europea affidate al corriere UPS è richiesto al mittente un supplemento di 45,00 euro per l'espletamento delle operazioni doganali speciali (presentazione nulla osta o altra documentazione).
    Nel caso di spedizioni Extra Unione Europea (Ue) il committente prende atto che la dogana del paese di destinazione applicherà al destinatario gli eventuali oneri dovuti in base alla natura e al valore della merce; pertanto, qualora il destinatario rifiuti il pagamento di detti oneri, il committente dovrà corrispondere immediatamente allo spedizioniere gli importi dovuti dal destinatario nonché tutte le spese amministrative, comunque denominate, che siano derivate da detto rifiuto.

    Il committente si obbliga a fornire apposita garanzia per ogni diritto, penale, spese di magazzino o altra spesa generata al di fuori di quanto originariamente pattuito a favore dello spedizioniere.
  21. TEMPI E ORARI DI CONSEGNA
  22. I tempi di consegna comunicati tramite il sito internet sono tempi stimati e non garantiti, le consegne vengono effettuate solo nei giorni lavorativi (generalmente dal lunedì al venerdì, giorni non festivi.In alcune Nazioni i giorni lavorativi potrebbero essere diversi).
    Il corriere consegnerà durante il normale orario lavorativo, generalmente tra le 8.00 e le 20.00. Non è possibile richiedere degli orari di consegna.
  23. INDIRIZZO NON CORRETTO
  24. Qualora la merce oggetto della spedizione non possa essere consegnata a causa dell'errata o parziale indicazione dell'indirizzo sulla lettera di vettura, lo Spedizioniere provvederà a contattare il mittente o il committente al fine di individuare l'indirizzo corretto. In tal caso potranno essere applicati corrispettivi aggiuntivi per la consegna o il tentativo di consegna della spedizione presso l'indirizzo corretto.
  25. CASELLE POSTALI
  26. La Orient Roma S.r.l. non effettua consegne a caselle postali.
  27. SPEDIZIONI NON CONSEGNABILI E RIFIUTATE
  28. Qualora in fase di consegna il destinatario dovesse risultare assente, sarà lasciato sul luogo un avviso di passaggio oppure, se disponibile nelle vicinanze, il pacco sarà lasciato in un centro convenzionato con il corriere, in modo che il destinatario possa facilmente passare a ritirarlo entro 5 giorni lavorativi dalla consegna, di cui sarete notificati. Nel caso in cui non ci sia un centro convenzionato, su richiesta del committente, lo spedizioniere disporrà che siano effettuati un secondo o più tentativi di consegna ovvero ulteriori e diverse attività appositamente concordate tra lo spedizioniere e il committente, atte ad assicurare la ricezione della merce. In tali casi, il committente si obbliga a corrispondere allo spedizioniere ogni eventuale spesa necessaria al fine di:
    1. inoltrare, disporre o provvedere al rientro della spedizione;
    2. espletare un secondo o più successivi tentativi di consegna;
    3. svolgere le ulteriori e diverse attività appositamente concordate tra lo spedizioniere e il mittente per assicurare la ricezione della merce.
    Qualora il committente non dovesse fornire appropriate istruzioni, dopo il primo tentativo di consegna, o in caso di spedizioni rifiutate, lo spedizioniere applicherà le norme previste sotto la voce giacenza.
  29. CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA
  30. Ai sensi dell'art. 1456 c.c. costituiscono causa di risoluzione del presente contratto:
    1. dichiarazioni non corrispondenti al vero rilasciate dal committente al fine di ottenere il servizio di spedizione nei casi non consentiti;
    2. mancata comunicazione dei dati completi del mittente, secondo quanto previsto sul Sito,
    3. mancata comunicazione di variazioni dei dati del mittente,
    4. la irreperibilità del destinatario della spedizione e/o la irreperibilità del mittente;
    5. inosservanza di una qualsiasi delle condizioni contrattuali in caso di inadempimento degli obblighi previsti a carico del committente, come indicato nei precedenti articoli.
  31. LIMITAZIONE DI RESPONSABILITÀ
  32. Il committente è l'unico ed esclusivo responsabile nei confronti di qualunque terzo, in relazione alla natura del contenuto della spedizione. Pertanto lo Spedizioniere non assume alcuna responsabilità per fatti, eventi e circostanze relative al contenuto dei plichi o pacchi oggetto di spedizione. Lo Spedizioniere non è responsabile dell'esecuzione del trasporto ma esclusivamente dell'esecuzione del mandato ricevuto, nonché delle eventuali obbligazioni accessorie, come definite nei documenti contrattuali. L'eventuale responsabilità dello Spedizioniere laddove essa sia accertata in relazione a qualsivoglia danno e richiesta di risarcimento nascente dalle operazioni di spedizione a lui affidate, incluse eventuali soste tecniche, non potrà eccedere:
    1. il limite risarcitorio previsto, a favore dello spedizioniere, dalla normativa uniforme applicabile a ciascuna singola spedizione o dalla legge nazionale applicabile al singolo trasporto e/o spedizione, inclusa la legge italiana;
    2. il limite risarcitorio applicabile ed invocabile dal vettore che effettivamente esegue il trasporto.
    Fatto salvo quanto previsto nel successivo articolo,la responsabilità della Orient Roma S.r.l. per qualsiasi smarrimento o danno occorso alla vostra spedizione o a parte di essa che risulti dal trasporto è limitata come segue:

    1. TRASPORTO INTERNAZIONALE VIA AEREA Se il trasporto della vostra spedizione è effettuato in tutto od in parte per via aerea e comporta una destinazione finale o una fermata di transito in un paese differente da quello di partenza, tale trasporto sarà integralmente soggetto o alla Convenzione di Varsavia (1929) (così come emendata nel tempo ed in quanto applicabile) o alla Convenzione di Montreal (1999) (così come emendata nel tempo ed in quanto applicabile), a seconda della normativa obbligatoriamente applicabile. In particolare, le citate convenzioni limitano la responsabilità dello spedizioniere per danno, smarrimento o ritardo occorsi alla spedizione durante il trasporto a 17 Diritti Speciali di Prelievo per chilogrammo di merce (approssimativamente euro 20,00 per chilogrammo sebbene il tasso di cambio sia variabile, fino ad un importo massimo rimborsabile di euro 100,00). Il valore del contenuto dovrà essere dimostrabile da ricevuta fiscale, fattura o scontrino parlante.

    2. TRASPORTO INTERNAZIONALE SU STRADA Se il trasporto della vostra spedizione è effettuato via terra, entro, verso o da un paese firmatario della Convenzione sul contratto per il trasporto Internazionale di merci su strada 1956 (CMR), la nostra responsabilità per smarrimento o danno alla vostra spedizione sarà disciplinata dalla CMR e dunque limitata a 8.33 Diritti Speciali di Prelievo per chilogrammo (approssimativamente euro 10,00 per chilogrammo, sebbene il tasso di cambio sia variabile, fino ad un importo massimo rimborsabile di euro 100,00). Il valore del contenuto dovrà essere dimostrabile da ricevuta fiscale, fattura o scontrino parlante.

    3. TRASPORTO NAZIONALE SU STADA O AEREO IN AMBITO NAZIONALE Se il trasporto della vostra spedizione è effettuato via terra o via aerea in ambito nazionale, la nostra responsabilità per i rischi di perdita o danneggiamento ai prodotti durante il trasporto, sarà disciplinata dall'art. 1696 c.c. così come modificato dal Decreto Legislativo 21.11.2005 n. 286, e dunque limitata ad euro 1,00 (un Euro) per ogni chilogrammo di merce perduta od avariata, salvo diverso accordo scritto tra le Parti, nonché, per la parte ivi non disciplinata, dalla normativa del codice civile sul contratto di trasporto (fino ad un importo massimo rimborsabile di euro 100,00). Il valore del contenuto dovrà essere dimostrabile da ricevuta fiscale, fattura o scontrino parlante.

    Laddove non si applichi nessuna delle Convenzioni sopra richiamate, l'eventuale responsabilità dello spedizioniere ove accertata per qualsivoglia ragione, inclusi senza limitazione, violazione del contratto, negligenza, dolo o inadempimento, perdita, danno, mancata o errata consegna della spedizione o di parte di essa, sarà sempre limitata al minore tra (a) il valore di mercato della spedizione al momento del trasporto (b) il costo di riparazione della merce oggetto della spedizione o della parte di essa interessata dall'evento;
    l'importo risarcibile non potrà in nessun caso eccedere (euro 17,00 al chilogrammo con un massimo di euro 100,00 per spedizione).
    Lo spedizioniere non è in alcun caso responsabile, per alcun danno, economico diretto o consequenziale (inclusi, - a titolo puramente esemplificativo - perdita di profitto, perdita di uso, investimenti, avviamento, di guadagno, e opportunità), anche laddove si dimostri che lo spedizioniere sapeva o poteva sapere che tali danni o perdite si sarebbero potute presentare;
    Lo spedizioniere non è in alcun caso responsabile, per alcun danno o perdita indiretti, accidentali, speciali o conseguenti ad essi, inclusi - a titolo puramente esemplificativo - i casi di risoluzione contrattuale, negligenza, dolo o inadempimento.
  33. ESCLUSIONE DELLA RESPONSABILITÀ
  34. Lo spedizioniere risponde, in relazione ai servizi resi, nei soli casi e limiti disciplinati dalle presenti condizioni generali di trasporto. Lo spedizioniere non è in alcun caso responsabile del fatto o dell'attività del vettore o del corretto adempimento delle obbligazioni del vettore, anche laddove il vettore sia stato scelto unilateralmente dallo spedizioniere stesso. Lo spedizioniere non è in alcun modo responsabile se la spedizione - o parte di essa - viene smarrita, danneggiata, erroneamente consegnata o non consegnata o non consegnata nei termini o entro le scadenze previste.
    Lo spedizioniere non è responsabile per l'inadempimento (o per l'adempimento parziale o tardivo) delle proprie obbligazioni ove l'inadempimento sia conseguenza diretta o indiretta di:
    • circostanze al di là del controllo dello spedizioniere, quali (con elencazione che ha carattere meramente esemplificativo e non esaustivo): eventi naturali inclusi terremoti, cicloni, tempeste, allagamenti, incendi, malattie, eruzioni vulcaniche, nebbia, neve o gelo, dichiarazione dello stato di calamità; eventi di forza maggiore o caso fortuito inclusi (con elencazione che ha carattere meramente esemplificativo e non esaustivo) guerre, incidenti, atti terroristici, scioperi, insurrezioni popolari, tumulti, embarghi, pericoli negli spazi aerei, vertenze locali o insurrezioni popolari; sconvolgimenti nazionali o locali nelle reti di trasporto via aria o via terra e problemi meccanici ai modi di trasporto o ai macchinari; vizi latenti o intrinseci del contenuto della spedizione; atti criminali di terze parti quali furto, rapina ed incendio doloso; nonché per gli inadempimenti derivanti da qualsiasi altra causa imprevedibile ed eccezionale che impedisca di fornire i servizi di spedizione secondo le modalità previste dal presente Contratto;
    • atti od omissioni imputabili al committente o a terze parti del cui operato il committente risponde(o azioni intentate da terzi che rivendichino diritti o interessi sulla spedizione) e che determinino l'inadempimento delle obbligazioni assunte dal mittente in virtù dei presenti termini e condizioni ed in particolare delle garanzie previste all'art. 8;
    • atto o omissioni addebitabili a dogane, linee aeree, aeroporti o altro pubblico ufficiale o incaricato di pubblico servizio;
    • contenuti della spedizione consistenti in articoli che violino in qualunque forma disposizioni normative nazionali o estere e/o violino norme delle presenti condizioni generali, anche laddove detti contenuti fossero stati accettati per il trasporto per errore.
  35. TERMINI E SCADENZE
  36. I termini o le scadenze comunque denominate, ove e comunque apposte dal committente, sono da considerarsi non essenziali e comunque non sono vincolanti per lo spedizioniere. Di conseguenza, lo spedizioniere non risponde in nessun caso per il ritardo nel ritiro o nella consegna della merce Lo spedizioniere e il committente possono pattuire termini per la consegna o per lo svolgimento di singole attività. La pattuizione del termine deve essere effettuata per iscritto, a pena di nullità. In caso di pattuizione del termine, lo spedizioniere non risponde per il ritardo, qualora esso sia dipeso da atti o eventi al di fuori del controllo dello spedizioniere ivi inclusi, a titolo meramente esemplificativo:
    • la comunicazione incompleta o errata dei dati relativi alla consegna;
    • l'irreperibilità del destinatario o il rifiuto dello stesso di ricevere la consegna;
    • cause di forza maggiore quali (a titolo esemplificativo e non esaustivo) atti di autorità pubbliche nell'esercizio del proprio mandato, rivolte, scioperi o altre dispute sindacali, piraterie, eventi atmosferici, impedimenti che limitino il passaggio, etc...
  37. RECLAMI E AZIONI DI TERZE PARTI
  38. Il committente si obbliga a tenere indenni lo spedizioniere e il trasportatore da qualunque tipo di reclamo e/o azione giudiziaria proposto contro lo spedizioniere e/o il trasportatore da parte di terzi che abbiano un interesse nella spedizione o nei beni che ne sono oggetto; e ciò anche qualora l'azione o il reclamo fossero proposti per negligenza dello spedizioniere e/o del trasportatore. Qualora terze parti propongano un reclamo o un'azione contro lo spedizioniere e/o il trasportatore, il committente assume a proprio carico ogni conseguenza del reclamo e/o dell'azione, ivi compresi i costi e le spese necessarie per la tutela, in qualsiasi sede, dello spedizioniere e/o del trasportatore.
  39. ASSICURAZIONE
  40. Lo spedizioniere, se non richiesto, non ha obbligo di provvedere all'assicurazione delle cose spedite. Il committente può richiedere servendosi direttamente del portale, in fase di ordine, una copertura assicurativa aggiuntiva sulle merci oggetto della spedizione. L'assicurazione è disponibile per sole merci, escluse quelle che non possono essere accettate per la spedizione a norma dell'art. 9 delle presenti condizioni.

    Non sono assicurabili per danneggiamento, ma solo per smarrimento:
    • schermi al plasma, Lcd, Led, Oled e apparecchiature di cui sono componenti;
    • materiali fragili come vetro (eccetto bottiglie), cristallo, ceramica, porcellana e oggetti di cui sono componenti;
    • bottiglie di vetro non imballate con cartoni E-wine Secure Pack (www.ewsp.it) o cantinette in polistirolo certificate (con UPS solo E-Wine Secure Pack)
    • strumenti musicali non imballati in custodia rigida o flightcase idonei allo strumento

    Assicurabili con limitazioni:
    • gioielli e orologi preziosi (composti, anche in parte, di metalli preziosi e/o pietre preziose): massimo 500 euro a spedizione (limite estensibile fino a 1000 euro al pezzo previa accordo specifico scritto del nostro servizio clienti).

    Non sono assicurabili:
    • documenti;
    • oggetti d'arte e oggetti d'antiquariato (se non dopo accordo scritto specifico con assistenza clienti);
    • documenti di valore (ad esempio passaporti, gare d'appalto, offerte od azioni e certificati di opzione);
    • film, nastri, dischi, apparati elettronici sensibili, carte di memoria od ogni altro supporto contenente dati od immagini.

    Qualora fosse necessario spedire oggetti per i quali l'assicurazione non è disponibile, sarà onere del committente provvedere alla stipula di un'adeguata copertura assicurativa per suo conto. Il committente deve descrivere la natura, la quantità e l'attuale valore di mercato della merce da spedire. Il valore dichiarato dal mittente, anche se accettato dallo spedizioniere, non equivale a stima del bene, a norma dell'art. 1908, 3° comma, del codice civile. Il committente deve inoltre seguire le regole per l'imballaggio della merce come indicate nella pagina del sito condizioni di imballaggio. Le spedizioni assicurate devono essere obbligatoriamente ispezionate alla consegna.
    Lo spedizioniere può, a suo insindacabile giudizio, non accettare la richiesta di copertura assicurativa. Il valore del premio assicurativo sarà pari a quanto previsto dalle tariffe applicate al momento della spedizione.
    I beni sono assicurabili ad un costo pari al 1% del valore assicurato esclusa IVA, con un minimo di euro 5,00 oltre iva fino ad un massimo di euro 10,00, variabile a seconda dello spedizioniere scelto. Laddove si verifichi l'evento assicurato, il risarcimento del danno avverrà esclusivamente dietro presentazione della documentazione attestante il valore della merce (fattura di vendita, fattura di acquisto, scontrino parlante, fattura di riparazione; ecc. con data antecedente (massimo 60 giorni) la spedizione), e sarà di importo pari alla minore spesa fra la riparazione e la sostituzione del bene, detratti da tale somma l'IVA e una franchigia del 10%. Il rimborso è previsto anche nel caso di evento fortuito con escluse calamità naturali, scioperi, sommosse, tumulti popolari, guerre. In ogni caso, il limite massimo risarcibile è pari a euro 2.000,00 (duemila) per spedizione, detratta la franchigia (eccetto accordo specifico scritto con il nostro servizio clienti). Nel caso in cui venga risarcito il bene e non la riparazione, dovrà essere fornito il modulo di rottamazione. La copertura assicurativa è limitata alla perdita del bene spedito o del suo valore attuale o di parte di esso; non comprende i danni:
    • consequenziali di qualsiasi tipo;
    • derivanti da ritardi relativi alla spedizione o al trasporto;
    • derivanti dall'inadempimento delle obbligazioni che gravano sul mittente secondo le presenti condizioni.

    La liquidazione del danno avverrà in base al criterio della proporzionale qualora la merce sia assicurata per un valore superiore a quello reale, come previsto dall'art. 1907 del Codice Civile. Se la copertura assicurativa è stipulata solo per una parte del valore che la cosa assicurata ha nel tempo del sinistro, il risarcimento è dovuto in proporzione della parte suddetta, fermo restando il limite dei 2.000,00 euro per spedizione (eccetto accordo specifico scritto con il nostro servizio clienti). L'assicurazione per una somma che eccede il valore reale della cosa assicurata ha effetto fino alla concorrenza del valore reale della cosa assicurata, fermo restando il limite dei 2.000,00 euro per spedizione (eccetto accordo specifico scritto con il nostro servizio clienti) e fatti salvi i casi di dolo ai sensi e per gli effetti dell'art. 1909 del codice civile. In caso di danneggiamento della scatola il destinatario dovrà, alla firma per ricevuta al corriere, accettare il pacco con riserva di controllo e conservare tutti gli imballaggi. Non potranno essere prese in considerazione richieste risarcitorie per danneggiamento del contenuto se il pacco non presenta evidenti danneggiamenti esterni. La richiesta risarcitoria inoltre dovrà essere inoltrata - a pena di decadenza - entro 72 ore dalla ricezione del pacco, fornendo fotografie dell'imballo e del contenuto alla nostra casella email info@mondospedizioni.com. Il destinatario dovrà conservare tutti i beni danneggiati e tutti gli imballaggi fino all'arrivo del perito che sarà nominato dal trasportatore, oppure consegnare i pacchi, nello stato in cui sono stati recapitati e completi di tutti gli imballaggi e di tutto il contenuto, al fattorino incaricato di ritirare per perizia in altra sede.
  41. CONTRASSEGNO (COD)
  42. Per talune destinazioni, dietro pagamento di un prezzo aggiuntivo, il corriere riscuoterà, per conto del mittente, le somme in contanti indicate nella lettera di vettura. Nella Lettera di Vettura le somme COD devono essere indicate solo in EUR o, se differente, nella valuta del paese di destinazione. Se una delle somme COD indicate nella Lettera di Vettura, ritirate dal destinatario e/o pagate al mittente, è espressa in una valuta diversa, la conversione sarà eseguita a un tasso di conversione ragionevolmente determinato dal corriere. Il corriere declina ogni responsabilità per il rischio di cambio. l corriere è autorizzato, con la Lettera di Vettura, a riscuotere solo contanti nella valuta del paese di destinazione. La somma massima che può essere riscossa in tale forma per conto del mittente è di 999,99 euro (per destinatari ubicati in Francia l'importo massimo è 750,00 euro). Potranno essere applicate di volta in volta ulteriori limitazioni in determinati paesi. Se la somma da riscuotere in contrassegno, indicata dal mittente,supera il limite massimo sopra indicato, la spedizione non è consentita.
  43. PAGAMENTO DELLE SOMME RISCOSSE CONTRASSEGNO (COD)
  44. Ove il corriere riscuota denaro in contanti, riversa al committente la somma equivalente nella valuta del paese in cui la spedizione è stata presentata per il trasporto. Il corriere può versare le somme COD al committente tramite bonifico sul conto bancario comunicato dal committente stesso, entro 30 giorni lavorativi dall'avvenuta riscossione alla consegna. Qualora il committente non riceva le somme COD, dovrà comunicare tale evenienza per iscritto a Orient Roma Srl entro 45 giorni dalla data di consegna della relativa spedizione. Il committente si obbliga a tenere indenni il corriere e la Orient Roma srl da tutte le perdite, spese e da qualsiasi richiesta di indennizzo avanzata nei confronti del corriere e del sito da parte del destinatario o di terzi, per il caso in cui il corriere non possa consegnare una spedizione a causa del rifiuto del destinatario di procedere al pagamento della somma COD nella forma appropriata o di accettare la spedizione. L'importo indicato per il pagamento contrassegno (COD) non è considerato valore dichiarato ai fini dell'assicurazione o di un qualsivoglia rimborso; pertanto il valore COD non può in alcun modo incidere sulla responsabilità per perdita, danneggiamento o ritardo nella consegna dei beni. Il corriere non sarà in alcun caso responsabile per atti dolosi o fraudolenti da parte del destinatario inclusa, ma senza alcuna limitazione, la presentazione di denaro falso o che successivamente risulti falso.
  45. PROCEDURA DI RECLAMO
  46. Il committente che intenda inoltrare un reclamo per una spedizione smarrita, danneggiata o oggetto di ritardo, è tenuto a conformarsi alle disposizioni di legge nazionale e/o a ogni convenzione internazionale applicabile; in caso contrario, lo spedizioniere si riserva il diritto di respingere il reclamo. In particolare, il reclamo deve essere redatto in forma scritta e deve pervenire entro:
    • 8 giorni di calendario dal ricevimento della spedizione se il trasporto della vostra spedizione è effettuato in ambito domestico, in caso di danneggiamento o mancanza della merce non riscontrabili al momento della consegna;
    • 7 giorni di calendario dal ricevimento della spedizione se il trasporto della vostra spedizione è effettuato via terra, entro, verso o da un paese firmatario della Convenzione sul contratto per il trasporto Internazionale di merci su strada 1956 (CMR);
    • 14 giorni di calendario dal ricevimento della spedizione se il trasporto della vostra spedizione è effettuato via aerea, entro, verso o da un paese firmatario della Convenzione di Varsavia (1929) (così come emendata nel tempo, se applicabile), o della Convenzione di Montreal (1999) (così come emendata nel tempo, se applicabile), a seconda della normativa obbligatoriamente applicabile.

    Successivamente alla prima segnalazione, e non oltre i termini di prescrizione previsti dalla legge o dalle convenzioni applicabili, il reclamo deve essere documentato inviando allo spedizioniere tutte le informazioni rilevanti relative alla spedizione ed allo smarrimento, al danneggiamento. La spedizione si presume consegnata in buone condizioni ove il destinatario non apponga, al momento del ritiro della spedizione, una specifica riserva di danneggiamento o di mancanza al momento della consegna e di avvenuta registrazione inoltrata al sistema. In caso di reclamo per danneggiamento o perdita parziale della merce, il contenuto (o il contenuto residuo) della spedizione e l'imballo originario devono essere messi a disposizione dello spedizioniere per essere ispezionati dal perito entro i successivi 7 giorni lavorativi, oppure consegnare i pacchi, nello stato in cui sono stati recapitati e completi di tutti gli imballaggi e di tutto il contenuto, al fattorino incaricato di ritirare per perizia in altra sede. In difetto, il reclamo non può essere preso in considerazione. Fatto salvo quanto diversamente previsto da ogni convenzione e/o legge applicabile, il diritto di presentare reclamo per danni nei confronti dello spedizioniere si estingue a meno che un'azione sia intentata innanzi ad un tribunale di giustizia entro 1 anno dalla data di consegna della spedizione o dalla data nella quale la spedizione avrebbe dovuto essere consegnata o dalla data nella quale il trasporto si è concluso. Fatto salvo quanto diversamente previsto da ogni convenzione e/o legge applicabile, ove il reclamo sia presentato nei termini sopra indicati e ove sia messa a disposizione la necessaria documentazione, il diritto al risarcimento dei danni nei confronti dello spedizioniere dev'essere esercitato - a pena di decadenza - entro un anno dalla data di consegna della spedizione o dalla data nella quale la spedizione avrebbe dovuto essere consegnata o dalla data nella quale il trasporto si è concluso.
  47. GIACENZE
  48. Qualora sorga un qualsiasi impedimento alla riconsegna (ad es.: il destinatario è irreperibile ovvero rifiuta o ritarda a chiedere la riconsegna), la Orient Roma S.r.l. informa il committente per chiedere istruzioni, secondo il disposto dell'art. 1690 c.c..

    Il committente è tenuto a comunicare tempestivamente, in forma scritta, le disposizioni attuabili inerenti alla riconsegna delle spedizioni. Qualora non sia pervenuta alcuna disposizione scritta, la Orient Roma S.r.l. si riserva il diritto di restituire al mittente la merce oggetto della spedizione addebitandone i relativi costi, entro 5 gg dall'emissione dell'avviso di giacenza stesso. In tal caso tutte le spese e gli oneri relativi al trasporto ed alla giacenza saranno a carico esclusivo del committente.

    Decorsi 30 giorni lavorativi dalla giacenza, in ogni caso, il committente che non abbia ottemperato al pagamento dei crediti a suo carico, rinuncia comunque con la firma del presente contratto, ad ogni diritto sulla medesima, che passerà nella piena disponibilità di Orient Roma S.r.l.
  49. DISCONOSCIMENTO FIRMA
  50. Qualora la spedizione risultasse consegnata dal corriere, ma ritirata da persona errata o sconosciuta, è necessario segnalarlo entro 5 giorni dalla data di consegna prevista, aprendo una pratica disconoscimento firma. Per aprire la pratica il cliente ci dovrà fornire i dettagli inerenti la spedizione che forniremo al corriere incaricato in modo da poter avviare una indagine e poterla recuperare. Nel caso in cui non dovesse essere recuperata la spedizione sarà considerata smarrita e pertanto verrà trattata come tale, ad eccezione del fatto che il cliente dovrà fornirci copia della denuncia di disconoscimento firma effettuata dal destinatario presso le autorità locali.
  51. PENALI
  52. Nel caso in cui il Mandante fornisca indicazioni non veritiere o non corrette circa peso, misura e/o volume della spedizione, Orient Roma S.r.l. avrà il diritto di bloccare la spedizione e darne immediata comunicazione al committente. Qualora lo spedizioniere non possa immediatamente comunicare al committente l'annullamento dell'ordine, o il mittente decida comunque di farla proseguire, il mittente si obbliga a pagare allo Spedizioniere, entro e non oltre 7 (sette) giorni dalla ricezione della comunicazione della irregolarità da parte dello Spedizioniere, il prezzo della differenza tra il dichiarato e l'effettivo peso reale oltre a una penale sottostante determinata come segue:
    • Per le Spedizioni nazionali: euro 5,00 per ogni Kg in eccesso;
    • Per le Spedizioni internazionali: euro 20,00 per ogni Kg in eccesso.

  53. LEGGE APPLICABILE
  54. Le parti dichiarano che il presente Contratto è regolato e interpretato in base alla Legge Italiana.
  55. FORO COMPETENTE
  56. Per tutte le controversie che dovessero sorgere in relazione alla interpretazione, esecuzione e validità del presente Contratto è competente in via esclusiva il Foro di Roma.